Andamento Eurostoxx 50: ecco dove trovare l’indice e a cosa serve

L’Eurostoxx 50 è uno dei principali indici azionari in grado di fornirci un’immagine chiara dell’andamento dei mercati e delle principali Borse europee. Conoscerlo e saperlo intrepretare sono quindi aspetti pressoché essenziali per il trader che vuole investire nell’Eurozona, ma anche per chi cerca dei dati da interpretare per capire la situazione economica europea. Nelle prossime righe vedremo quindi in primo luogo che cos’è e come funziona questo indice e quali sono i Paesi che lo compongono, ma soprattutto come controllare e interpretare l’andamento Eurostoxx 50.

Cos’è e come funziona?

Prima di capire come si può valutare l’andamento Eurostoxx 50, è opportuno concedersi una breve digressione per capire che cos’è e come funziona. In primo luogo, l’Eurostoxx 50 è un indice dei titoli azionari tra i più recenti, essendo infatti stato istituito nel 1998. Come lascia intendere il nome stesso,  il suo raggio di azione comprende la cosiddetta Eurozona. In altre parole, prende in considerazione l’andamento dei mercati dei Paesi membri dell’Unione europea che adottano l’euro quale valuta ufficiale. Una sorta di Dow Jones in versione europea, in grado di offrire una panoramica concreta e in tempo reale dell’andamento dei principali mercati dell’Unione Europea.

Nello specifico, fanno parte dell’Eurostoxx 50 alcuni dei principali titoli, azioni e quotazioni delle più importanti borse europee. Inoltre, sempre come possiamo dedurre dal nome, all’interno di questo indice troviamo cinquanta società e quindi le azioni di 8 paesi europei: Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi e Spagna.

Si tratta quindi paniere rappresentativo messo a punto dalla Stoxx Limited, di cui a loro volta fanno parte la Deutsche Borse AG, Dow Jones & Company e SWX Group. Ogni anno avviene una revisione della composizione dell’Eurostoxx 50, in modo tale che possano essere eventualmente rimosse o aggiunte altre azioni. Per questo motivo, come vedremo più avanti, è di fondamentale importanza tenere sott’occhio l’andamento Eurostoxx 50.

Composizione per Paese

Nello specifico, l’Eurostoxx 50 è composto come segue in base ai diversi Paesi Membri dell’Unione Europea che ne fanno parte:

  • Francia: 20 società tra cui Air Liquide, Carrefour, Danone, Orange, Vinci, Sanofi, Total (36,80%);
  • Germania: 14 società quotata a Francoforte tra cui Adidas, Allianz, Bayer, BASF, BMW, Daimler, Deutsche Bank, Deutsche Post, Deutsche Telekom, Motore, E.ON, Munchener Ruck, Siemens, SAP, Schneider Electric, Volkswagen (28,41%);
  • Spagna: 5 società quotate a Madrid tra cui BBVA, Inditex, Iberdrola, Santander e Telefonica (13,73%);
  • Olanda: 5 società tra cui Ahold Delhaize, ASML Holding, ING Group, Unilever, Philips (6,32%);
  • Italia: 3 società quotate su Borsa Italiana tra cui Eni, Enel e Intesa Sanpaolo (10,93%);
  • Belgio (Anheuser-Busch Inbev);
  • Finlandia (Nokia) (2,07%);
  • Irlanda (CRH)

Si tratta comunque di percentuali soggette a variazioni.

Come controllare l’andamento Eurostoxx 50?

Dato quanto esposto fino ad ora, si rende lampante il fatto che conoscere l’andamento Eurostoxx 50 è una capacità imprescindibile per ogni trader. E non solo per il trader interessato nei mercati europei, dal momento che si tratta di cambiamenti e variazioni che hanno ripercussioni nell’economia mondiale. La buona notizia è che controllare l’andamento Eurostoxx 50 e quindi conoscere la quotazione dell’Euro Stoxx 50 in tempo reale è estremamente semplice.

È infatti sufficiente collegarsi al sito Stoxx.com, la società che, come accennato più su, gestisce tale indice. Altrimenti è possibile controllare l’andamento Eurostoxx 50 tramite diversi siti internet che si occupano di finanza, come per esempio BorsaInside. Su questi portali ci troveremo di fronte a diversi grafici che rappresentano l’andamento dell’EuroStoxx 50, in cui sono mostrati, per i diversi periodi di riferimenti, le oscillazioni espresse in punti.

Il passo successivo è quindi quello di analizzare i dati per creare, testare e quindi consolidare la propria strategia di investimento.