Dall’home-banking allo smart-banking

Per milioni di italiani le questioni bancarie diventeranno sempre più smart e più digitali.

Il conto corrente online è sempre più usato, ma da oggi la tecnologia, fondamentale alleata delle banche, cambierà completamente le nostre abitudini d’uso.

I servizi online attirano ogni anno sempre più persone, basti pensare che un italiano su due consulta il web per ogni tipo informazione, dalle aziende ai prodotti, e il 42% di essi utilizza l’home-bankig regolarmente per controllare le proprie finanze.

Questo dato, davvero sorprendente, la dice lunga su quanto il mondo finanziaro e bancario oggi si basi sulla tecnologia, dove la realtà quotidiana è rappresentata dall’enorme diffusione dell’home banking. Ma le prospettive per i prossimi anni ci raccontano qualcosa in più.

Un altro esempio di rapporto banca-cliente sarà quello dello smart-banking, ovvero potremmo consultare i nostri dati  finanziari personali direttamente sul nostro smartphone.

Il nuovo sistema smart banking si basa su 5 tecnologie fondamentali: strumenti di analisi avanzata, cloud computing, piattaforme mobili, pagamenti digitali e sicurezza informatica.

Infatti, proprio perchè i pagamenti, dai più piccoli a quelli più ingenti, transiteranno sul nostro smartphone, occorrerà innalzare i livelli di sicurezza e protezione dei dati.

I nuovi portali dovranno identificare gli attacchi sul nascere e proteggere il cliente dai tentativi di frode o di furto.

In questo modo il cliente sarà al centro della sua banca senza code interminabili o appuntamenti, perchè avrà tutto ciò di cui ha bisogno quando e dove vorrà.

In passato le banche che avevano una propria tecnologia si differenziavano dalle altre, oggi se ne è sprovvista, l’eventuale cliente non prenderà proprio in considerazione la possibilità di affidarsi a quell’istituto.