Bonus mamme domani: cosa prevede, a quanto ammonta, come richiederlo

Il contributo economico a sostegno delle mamme è il Bonus mamme domani. Ma come si richiede e in cosa consiste? Vediamo insieme requisiti e dove fare la domanda.

Bonus mamme domani – Cosa prevede

Questo nuovo bonus è anche chiamato premio nascita ed è una agevolazione nata con il Governo Renzi Gentiloni. Inserito nel testo della Legge di Bilancio è una misura atta a sostenere tutte le donne in gravidanza che devono sostenere dei costi sia dal punto di vista dei prodotti e sia dal punto di vista dei controlli medici.

Questo contributo economico che fa parte della Legge di Bilancio 2017 – è da destinare a tutte le donne in attesa dal 7° mese con un premio di 800 euro introdotto dal Governo per andare a supportare tutte le spese che andranno ad impattare sul budget familiare dopo la nascita del bambino. Il testo al Titolo III Capitolo 2 evidenzia che questo bonus erogato direttamente dallo Stato prevede il Premio Nascita con assegno di 800 euro in una unica soluzione indipendentemente dal reddito presentato. In vigore anche nel 2020 è un bonus che le mamme in dolce attesa possono richiedere a partire dal 7° mese di gravidanza.

Ma quali sono i requisiti che si devono avere?

Prima di tutto si parla dell’Isee che in un primo tempo sarebbe dovuto essere inferiore ai 13.000 euro, un punto non confermato in via definitiva e per questo tutte le donne possono farne richiesta a prescindere dal proprio reddito. Ci sono comunque dei requisiti che si devono rispettare, come:

  • Essere incinte
  • Mamme che partoriscono nel corso dell’anno ma residenti in Italia, con cittadinanza italiana o comunitaria, in possesso dello stato di rifugiato politico, in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Per usufruire di questo premio pari a 800 euro in una unica soluzione:

  • Essere al 7° mese di gravidanza
  • Aver partorito
  • Aver mandato avanti una adozione internazionale o nazionale di un bambino minorenne
  • Affidamento preadottivo nazionale con ordinanza o preadottivo internazionale

È bene ripetere che il provvedimento è rilasciato in un’unica soluzione con assegno.

Bonus mamme domani – come richiederlo

Il bonus mamme domani deve essere richiesto in via telematica all’Inps, compilando il modulo di domanda allegando tutti i documenti necessari, ovvero:

  • Certificazione sanitaria che viene rilasciata dal medico specialista del Servizio Medico Nazionale con attestazione dell’entrata al 7° mese e data presunta del parto
  • Autocertificazione nel caso in cui la domanda fosse fatta dopo il parto evidenziando generalità del bambino e data di nascita
  • Documento di sentenza definitiva di adozione o provvedimento di affidamento preadottivo. Se non presente allora si dovrà ricorrere alla domanda del Tribunale con data deposito cancelleria e numero relativo
  • Documenti di soggiorno per soggetto non comunitario, così che l’Inps possa attestare il titolo di soggiorno stesso.

L’Inps evidenzi inoltre che se non è possibile svolgere la richiesta online, si potrà chiedere il servizio al Caf o Patronato che potranno mandare avanti la domanda. Oppure, ancora, chiedere appuntamento in una delle sedi Inps previa telefonata al numero verde rispettando tutte le restrizioni da Covid 19.