RC auto e le polizze-truffa

Negli ultimi tempi molte persone preoccupate per l’aumento esponenziale delle assicurazioni auto, si sono lasciate convincere, da un improvvisato e truffaldino agente assicurativo, a firmare un contratto con una nuova compagnia con tariffe molto convenienti.

Dopo un controllo, però, sono state vittima di una multa salatissima perchè il contrassegno è risultato falso e di conseguenza l’auto non assicurata.

Immediatamente, poi, si è cercato di correre ai ripari chiedendo spiegazioni all’agente che ha stipulato la polizza ma questi è risultato irreperibile. Si è fatto, poi, caso che la compagnia non avesse nemmeno un numero verde per l’assistenza clienti. A quel punto tutto è stato chiaro, anzi cristallino. Ebbene sì, siete stati egregiamente truffati.

L’Istituto che vigila sulle assicurazioni segnala un aumento vertiginoso delle polizze auto fasulle negli ultimi 5 anni. Chi ne sottoscrive una, rischia il sequestro dell’auto e una multa di oltre 3000 euro.

Ecco perchè prima di firmare un contratto con una compagnia che non si conosce o che ha tariffe particolarmente convenienti, bisogna accertarsi dell’onesta dell’azienda chiamando il Contact Center dell’Ivass oppure consultare l’elenco delle imprese autorizzate sul sito Ivass.

In molti casi a rendere più attraente la società assicurativa è il nome che corrisponde o, comunque, è molto simile a quello di compagnie straniere che effettivamente operano in Italia, ma non nel settore delle assicurazioni auto.

Nel frattempo, potete sporgere denuncia alla Polizia per chiedere il risarcimento danni quando saranno rintracciati i truffatori.